Articoli scelti
Home » Articoli scelti » Italo-Canadesi a Toronto e Vancouver
Little Italy Toronto

Italo-Canadesi a Toronto e Vancouver

Fuori dai confini italiani, il Canada vanta il sesto posto con la più grande popolazione italiana. Si tratta di una “comunità consolidata”, secondo Ashli Komaryk-De Lucio, direttore culturale presso il Centro Culturale Italiano di Vancouver.

In effetti, la storia dell’emigrazione italiana in Canada risale alla fine del 1400, quando Giovanni Caboto (meglio conosciuto come John Cabot) approdò la prima volta sulla costa di Terranova.

Tuttavia, la maggior parte dei italo-canadesi derivano dalll’afflusso di immigrati dopo la seconda guerra mondiale, quando gli italiani hanno lasciato il paese impoverito dalla guerra per le opportunità in Canada, dove una carenza di lavoro diffusa, causata da un boom economico dopo la guerra, ha reso il paese ricettivo all’immigrazione italiana.

Quasi il 70 per cento degli immigrati del dopoguerra del Canada erano italiani. A causa della devastazione dopo la guerra, “la maggior parte dei italo-canadesi è venuta in primo luogo per motivi economici”, dice Jason Sordi, presidente della sezione di Toronto del Congresso Nazionale dei Italo-Canadesi.

In Ontario, gli immigrati italiani del dopoguerra si trasferirono nella zona intorno a College Street a Toronto, che in seguito venne chiamato Little Italy.

Inizialmente, questa zona offriva ai nuovi  arrivati un senso di sicurezza e familiarità, ma una volta che la comunità era un po ‘più affermata, la gente ha iniziato a muoversi verso le zone periferiche intorno agli anni ’50 – ’60, momento in cui l’immigrazione in Italia è scesa drasticamente. Sordi spiega che Little Italy è ora un “locale alla moda”, con ristoranti, bar e una vivace via per lo shopping.

Oggi, vi è una significativa popolazione di italo-canadesi a Toronto intorno Dufferin Street e St. Clair (Santa Chiara), ma Sordi dice che è difficile nominare un unico spazio dove gli Italo-Canadesi risiedono, in quanto la comunità è ormai abbastanza affermata.

Un certo numero di Italo-Canadesi risiedono anche nella zona di Woodbridge, nella città di Vaughn, Ontario, la cui popolazione vanta quasi il 50 per cento di Italo-Canadesi.

A Vancouver, la Little Italy è stata trovata lungo la Commercial Drive, dove la comunità ha svolto un ruolo importante nel rilancio del quartiere prima di iniziare a diffondersi in periferia. Burnaby non è prevalentemente italiano, ma gli Italo-Canadesi hanno una presenza distinta nei quartieri vicino a East Hastings Street, tra Boundary e Duthie. Ci sono diversi bar e negozi di gastronomia italiani lungo la strada, per esempio.

Hai domande? Scrivi qui sotto.
x

Check Also

La comunità italiana di Montréal

Il flusso migratorio italiano indirizzato verso il Québec nel secondo dopoguerra, pur non avendo avuto la portata numerica del fenomeno statunitense o sudamericano di qualche ...