Articoli scelti
Home » Gli Italiani » Comunità Italiane » Little Italy a Toronto: Parte 2
Little Italy Toronto, College Street

Little Italy a Toronto: Parte 2

Storia

Gli italiani arrivarono a Toronto in grande numero all’inizio del ventesimo secolo. Appena arrivati, si sono concentrati sulla zona detta The Ward, attorno al University Avenue e College Street. Attorno al 1920, la maggioranza degli italiani si era spostata ad ovest di Bathurst Street e l’area di College-Clinton era oramai conosciuta come la più importante di Little Italy. Le case in stile Eduardiano che scorrono sulle strade di questa zona residenziale furono comprate dagli immigrati italiani, molti dei quali trovarono lavoro nelle ferrovie e nella costruzione. In questo modo gli italiani cominciarono a mettere su le loro attività nell’area attorno a College Street.

La prima radio multiculturale in Canada fù la CHIN, aperta nel 1966 da Johnny Lombardi, e andò in onda dagli studios a sud di College tra la Grace e la Clinton, al secondo piano del supermarket di Lombardi al 637 College Street. Lombardi iniziò comprando spazi per le sue trasmissioni nelle emittenti di lingua inglese prima di aprire la sua CHIN Radio in lingua italiana. Lo studio, ora molto più grande, è situato al 622 College Street, e la parte della strada è stata ufficialmente riconosciuta come Johnny Lombardi Way dalla città di Toronto; un memoriale è stato installato nell’angolo a sud-est di College e Grace Street. Lombardi è morto nel 2002 e la sua CHIN viene gestita da suo figlio, andando in onda in 30 lingue diverse.

Il quartiere di Little Italy è etnicamente molto più diverso ora. Gli Italo-Canadesi nati durante la Post-World War II baby boom e gli immigrati italiani degli post anni ’60 hanno cercato di radicarsi nell’area di Corso Italia attorno a St. Clair Avenue e la Dufferin Street come nelle aree di periferia. Attualmente ci sono concentrazioni di Italo-Canadesi a Downsview a Toronto; Woodbridge e Maple a VaughanRichmond Hill, e Mississauga.

Little Italy è molto famosa tra i giovani anche per il suo divertimento notturno e la sua vicinanza al centro città (detto downtown, ma che non corrisponde in realtà alla tipologia nostrana di centro urbano). Dagli anni ’80, molti giovani professionisti hanno comprato case in questo quartiere.

Cose da vedere

  • Italian Walk of Fame
  • Central Commerce Collegiate su Shaw Street, costruita nel 1916.
  • La Chiesa di St. Maria Maddalena
  • La Chiesa di S. Francesco D’Assisi
  • College Street United Church
  • Convento Rico Club
  • Mod Club Theatre
  • The Orbit Room
  • Portuguese Seventh-day Adventist Church
Hai domande? Scrivi qui sotto.
x

Check Also

La comunità italiana di Montréal

Il flusso migratorio italiano indirizzato verso il Québec nel secondo dopoguerra, pur non avendo avuto la portata numerica del fenomeno statunitense o sudamericano di qualche ...