Articoli scelti
Home » Il Canada » Popolazione » Popolazione del Canada: immigrazione, etnie, religione e lingue
Indice demografico del Canada

Popolazione del Canada: immigrazione, etnie, religione e lingue

Popolazione

Il 75% del popolo canadese abita a meno di 250 chilometri dalla frontiera con gli Stati Uniti, un confine non presidiato militarmente e la più lunga tra le frontiere nel mondo, estesa per quasi 5.000 km.

Della popolazione nata nel Canada (84% del totale che ammonta nel 2007 a 33.390.141 unità), poco più della metà (circa 17 milioni) è di origini britanniche, il 34% è di origini francesi (11,5 milioni). Si sono inoltre insediate una ventina di popolazioni diverse, tra cui tedeschi (897.000), italiani (710.000), ucraini (420.000), olandesi (352.000), polacchi (222.000). Per quanto riguarda la popolazione immigrata, oltre un milione proviene dalla Gran Bretagna e circa 280.000 dagli Stati Uniti. La maggioranza dei canadesi che parlano francese abitano nella provincia del Quebec, di cui costituiscono circa l’80% della popolazione.

La popolazione indigena canadese è costituita da algonchini, irochesi e inuit, che costituiscono circa il 3% della popolazione totale. Le popolazioni di origine africana sono presenti in minima parte (circa l’1%). Tra gli anni settanta e ottanta del Novecento si verificò un notevole aumento di popolazione asiatica (circa l’8% della popolazione totale), che per due terzi vive in Ontario e nella Columbia Britannica. Oggi il Paese ha uno dei più alti tassi di immigrazione al mondo, soprattutto di rifugiati; molti immigrati si trovano nelle città maggiori.

Immigrazione

Dopo la sua prima colonizzazione il Canada ha ricevuto varie ondate migratorie, che hanno contribuito a renderlo un paese fortemente multiculturale, con importanti e significative minoranze. Tra il XVII e XVIII secolo ad insediarsi furono prevalentemente i coloni francesi, soprattutto lungo le sponde atlantiche (Acadia) o la valle del fiume San Lorenzo(nell’odierno Quebec). La regione rimase tuttavia fortemente disabitata e in gran parte inesplorata. Nel XIX secolo, con la cessione della Nuova Francia al Regno Unito e l’inizio del dominio britannico, iniziò l’afflusso di coloni di lingua inglese, prevalentemente verso le regioni dei Grandi Laghi, nell’odierno Ontario. Il governo dell’epoca favorì l’insediamento di popolazioni di madrelingua inglese, anche per contrastare e riequilibrare l’influenza del francofono Basso Canada (Quebec).

Importanti ondate migratorie provenienti dall’Europa si ebbero poi nei primi del Novecento e negli anni cinquanta.

La modifica della legge sull’immigrazione (l’Immigration Act del 1976) ha nella sostanza aperto le porte a nuovi flussi provenienti dai paesi non europei. Negli anni ottanta prima, e dall’inizio del nuovo millennio poi, si stimano tra i 225.000 e i 275.000 il numero dei nuovi ingressi annui.

Le varie immigrazioni succedutesi nel corso della sua storia (e in parte ancora in corso), hanno reso il Canada un paese fortemente variegato dal punto di vista etnico e culturale. Diversamente da altri paesi (in particolare i vicini Stati Uniti), dove si è affermata nel tempo una forte tendenza all’assimilazione delle varie culture a quella anglosassone, che dovrebbero essere superate per dare vita ad un’identità nazionale il più omogenea possibile, in Canada si è invece affermato un modello multiculturale in senso stretto, che tende cioè ad offrire maggiori spazi e tutele alle singole culture d’origine, come è esplicitamente sancito nell’Immigration Act. Per descrivere questa realtà multiculturale canadese si usa spesso l’espressione “mosaico culturale”, in opposizione al modello statunitense del melting pot (letteralmente: “crogiolo”). Va tuttavia osservato come nel lungo periodo, e di loro spontanea scelta, gli immigrati si riconoscano e si inseriscano in uno dei due modelli culturali storici, ovvero quello francofono e quello anglosassone.

Etnie

Nel censimento canadese del 2006, ai canadesi veniva chiesta la loro origine: (le percentuali superano il 100%, a causa della multipla origine etnica di buona parte dei residenti)

  • Bandiera del Regno Unito  Britannici (36.1%)
  • Bandiera del Canada  Canadesi (29.43%, analogamente agli U.S.A. la maggioranza di coloro che ha indicato “canadese” nel censimento è di discendenza inglese coloniale).
  • Bandiera della Francia  Francesi (compresi gli Acadiani del Newfoundland) (15.8%)
  • Bandiera dell'Irlanda  Irlandesi (13.9%)
  • Bandiera della Germania  Tedeschi (10.2%)
  • Bandiera dell'Italia  Italiani (4.6%)
  • Bandiera della Cina  Cinesi (4.3%)
  • Bandiera dell'Ucraina  Ucraini (3.9%)
  • Bandiera dei Paesi Bassi  Olandesi (3.3%)
  • Bandiera della Polonia  Polacchi (2.76%)
  • Bandiera della Norvegia  Norvegesi (1.23%)
  • Bandiera del Portogallo  Portoghesi (1.21%)
  • Bandiera della Russia  Russi (1.14%)
  • Bandiera della Svezia  Svedesi (0.95%)
  • Bandiera dell'Ungheria  Ungheresi (0.90%)
  • Bandiera di Nauru  Nauruani

Circa il 4.0% della popolazione proviene dall’Asia meridionale, un altro 4.0% fa parte delle cosiddette Prime nazioni ed il 2.5% è afrocanadese.

Religione

Secondo il censimento della popolazione del 2001, il credo religioso tra i canadesi è così suddiviso:

  • Cattolici: 43,6%
  • Protestanti: 29,2%
  • Ortodossi: 1,6%
  • Musulmani: 2%
  • Ebrei: 1,1%
  • Buddisti: 1%
  • Induisti: 1%
  • Atei e Agnostici: 16,2%
  • Altre religioni: 4,3%

Fra i protestanti, la Chiesa Unita del Canada, costituitasi nel 1925, con circa 2.800.000 fedeli (censimento 2001), è la più numerosa.

Lingue

Il 60% circa dei canadesi è di lingua madre inglese e circa il 24% di lingua madre francese. Gli altri hanno come lingue madri altri idiomi europei (tedesco ed italiano soprattutto) e solo il 2% circa della popolazioni parlate autoctone (inuit e indiane d’America). In Canada sono riconosciute due lingue ufficiali: l’inglese ed il francese. Nel Territorio del Nunavutsono riconosciute undici lingue ufficiali: oltre all’inglese ed al francese, nove lingue indigene. L’inglese è la lingua più parlata. Il francese è parlato diffusamente nelle province delQuebec, del Nuovo Brunswick (Canada francese) e nella parte nord-orientale della provincia dell’Ontario; inoltre comunità francofone minori sono disseminate nel territorio delle altre province. L’inglese è parlato nel resto del Canada, ma vi sono comunità anglofone anche nelle province francofone. I cittadini canadesi imparano entrambe le lingue a scuola, sebbene molti di loro parlino abitualmente una sola delle due lingue.

Fonte ufficiale: Statistiche sul censimento generale del Canada – 2006

Hai domande? Scrivi qui sotto.
x

Check Also

Canada Italy Flags

Relazioni bilaterali Canada Italia

Relazioni Canada-Italia Introduzione Il Canada e l’Italia condividono gli stessi principi sulle questioni globali e regionali, e sono partner in molte istituzioni multilaterali quali le ...