Articoli scelti
Home » Il Canada » Forze dell'ordine » La Marina militare: Canadian Forces Maritime Command
Canadian Forces Maritime Command

La Marina militare: Canadian Forces Maritime Command

La marina canadese ha la responsabilità di avvistare sommergibili nemici, arrestare criminali ambientali e pattugliare i mari vicini al Canada.

Il comandante della marina (McFadden) ha il compito di controllare e amministrare la marina, mentre il vice comandante svolge la funzione di consigliere.
La Marina è composta da 9.000 militari e da 4000 riservisti.
Le 33 navi da guerra, tra cui sottomarini e navi da difesa sono più o meno equamente divise tra la costa atlantica e quella pacifica.
La marina canadese è divisa in tre grandi forze, una per l’Oceano Atlantico, una per il Pacifico e una di riservisti:

  • Maritime Forces Atlantic (MARLANT);
  • Maritime Forces Pacific (MARPAC);
  • Naval Reserve Headquarters (NAVRESHQ).

 

La precedente marina del Canada nel 1910 è stata la Royal Navy, finanziata dal Regno Unito.

La Royal Canadian Navy, indicata anche con la sua sigla RCN, o la Marine royale canadienne è la marina militare e parte delle forze armate canadesi.

Fondata nel 1910 come Naval Service of Canada ottenne il suffisso reale nel 1911. Posta sotto l’egida del Department of National Defence nel 1923, fu inglobata nel 1968 assieme alla Royal Canadian Air Force ed il Canadian Army per formare le Canadian Forces unificate, assumendo quindi la denominazione di Maritime Command – “MARCOM” / Commandement maritime – “COMAR” sino al 2011.

Nel corso della sua storia la RCN ha preso parte alla prima e alla seconda guerra mondiale, alla guerra di Corea, alla prima guerra del Golfo, alla guerra in Afghanistan, a numerose missioni di mantenimento della pace dell’ONU e ad operazioni della NATO.

Storia

Precedentemente alla sua nascita la difesa marittima del Canada era garantita dalla britannica Royal Navy.

Il 29 marzo 1909 venne presentata alla Camera dei Comuni una richiesta per la costituzione del Canadian Naval Service che inizialmente non accolta, venne tuttavia successivamente fatta propria il 12 gennaio 1910 dal Primo ministro Wilfrid Laurier e il successivo 4 maggio venne ufficialmente costituito il Naval Service of Canada.

Il 30 gennaio 1911 venne presentata la richiesta di cambiare la denominazione in Royal Canadian Navy, richiesta che venne accolta ed approvata da Re Giorgio V il successivo 29 agosto, mentre sin dal 3 marzo le navi canadesi erano autorizzate ad innalzare la White Ensign.

La Royal Canadian Navy affiancò la Royal Navy nel corso della prima e della seconda guerra mondiale, periodo nel quale raggiunse la massima espansione: alla fine del conflitto il Canada era la terza forza navale al mondo, dopo gli Stati Uniti ed il Regno Unito. Nel 1921, come bandiera di prua venne adottata la Blue Ensign.

Durante la guerra fredda, il Canada entrò a far parte della NATO e unità navali Royal Canadian Navy hanno preso parte alla guerra di Corea. Negli anni cinquanta divergenze in politica estera tra Canada e Regno Unito portarono ad un allentamento dei legami militari e le insegne navali vennero sostituite. Nel 1961 la Red Ensign ha sostituito laWhite Ensign che venne da quel momento innalzata solo sulla nave ammiraglia, mentre sin dal 1957 la Red Ensign era stata modificata, diventando di fatto la bandiera nazionale fino al 1965, anno in White EnsignBlue Ensign e Red Ensign vennero sostituite con la bandiera del Canada, adottata dalla Camera dei comuni canadese il 15 dicembre 1964 e, due giorni dopo, dal senato canadese, proclamata ufficialmente in vigore dalla regina Elisabetta II il 15 febbraio 1965.

Il le forze armate canadesi vennero unificate nelle Canadian Forces e la componente navale ha assunto la designazione di Canadian Forces Maritime Command.

Terminata la guerra fredda il Canada, come molte nazioni, ha ridotto le spese militari.

Hai domande? Scrivi qui sotto.